10.9 C
New York
domenica, Novembre 27, 2022

Vox populi

Tutto questo processo costituirebbe un unicum in Europa e potrebbe eventualmente gettare il seme per legalizzare la coltivazione della cannabis anche in altri Paesi europei.
Stati Uniti e Canada hanno avviato da tempo un dibattito in merito, coinvolgendo le varie forze politiche e parti sociali.
Sano ottimismo arriva da Roberto Fico, Presidente della Camera dei Deputati,il quale sottolinea l’importanza di dare voce al popolo per svegliare l’opinione pubblica su tematiche così rilevanti per la società (oltre alla cannabis, si stanno raccogliendo firme anche per indire un referendum sull’eutanasia) e riguardo le quali il Parlamento italiano in questi anni non ha mai legiferato.

Dopo sette giorni esatti dal lancio dell’iniziativa in rete, sono state raccolte ad oggi 500 mila firme per il referendum sulla legalizzazione della cannabis in Italia. Questo delle firme era il requisito minimo per poter indire un referendum in materia e successivamente legiferare.
Si andrà al voto molto probabilmente nella primavera del 2022.

Fico informa inoltre che è stata presentata una proposta per istituire una piattaforma digitale istituzionale per presentare e firmare petizioni online in modo che arrivino direttamente alla Camera dei deputati per poter poi dare inizio all’iter legislativo.

Rispondi