10.6 C
New York
mercoledì, Aprile 24, 2024

Sulla strada dell’inclusione

Svolta epocale nella società australiana: l’attuale Primo ministro Albanese ha annunciato che entro fine anno si terrà un referendum per modificare la Costituzione, aggiungendo una parte dedicata alla tutela delle minoranze aborigene.
Già nel 2017 era stata sottoposta all’attenzione dell’opinione pubblica una proposta simile, ma il succedersi di governi conservatori ha sempre portato ad un rinvio dei lavori fino ad oggi.
Attualmente sono ben 700 mila aborigeni sprovvisti di qualsiasi forma di tutela statale (3% della popolazione australiana).
Vittime di abusi e episodi di razzismo tra il 1700 e il 1800 da parte dell’Impero britannico, molti di loro furono uccisi o costretti ad allontanarsi dalla loro terra d’origine.
Se il referendum dovesse avere esito positivo, si procederebbe con la modifica della Carta Costituzionale e successivamente si proseguirebbe con la creazione di un organo istituzionale di rappresentanza degli aborigeni, il cosiddetto “Voice” per collaborare con governo e Parlamento australiani.

Rispondi