10.9 C
New York
domenica, Novembre 27, 2022

Segnali incoraggianti da Ginevra… un po’ di meno dal Belpaese

Inizio di un nuovo dialogo tra Stati Uniti e Russia?

Nel vertice di Ginevra del 16 giugno si è discusso di vari temi: dal ritorno dei rispettivi ambasciatori all’inizio di un dialogo per combattere i cyber attacchi alla stabilità nucleare.

Il vertice (a porte chiuse), durato quattro ore, ha rimarcato l’importanza del dialogo tra USA e Federazione Russa. Punto di partenza cruciale è: trovare una strada comune tra le due superpotenze su dossier di fondamentale importanza e superare i numerosi punti di disaccordo. C’è tanta speranza e ottimismo per il futuro delle relazioni diplomatiche. Putin chiede, però, maggiore riconoscimento e rispetto per la Russia a livello internazionale e nega ogni possibilità futura di militarizzazione dell’Artico, impegnandosi nel rispetto degli accordi di Minsk.

L’agenda dell’attuale Presidenza statunitense non è contro la Russia, ma Biden e i suoi collaboratori si impegneranno a scongiurare un’ipotetica nuova Guerra Fredda.

Uno dei compiti principali che un grande Paese come gli Stati Uniti deve avere è quello di assicurare la tutela dei diritti umani a livello globale, afferma Biden.

L’ISTAT rivela che in Italia nell’ultimo anno il numero di cittadini che non riescono, in base al loro reddito, a rifornirsi neppure dei beni di prima necessità è aumentato, raggiungendo il livello più elevato dal 2005.

Nel Mezzogiorno il tasso di povertà assoluta è aumentato da 8.6% a 9.4%

Al Nord invece si passa da 5.8% a 7.6%.

I cittadini stranieri residenti in Italia in povertà assoluta sono oltre un milione cinquecentomila.

Il governo ha attuato numerosi interventi per aiutare tutti coloro che si trovano in difficoltà economica, dal reddito di cittadinanza al reddito di emergenza, per arrivare all’estensione della Cassa integrazione guadagni. La strada però si prospetta in salita. 

Rispondi