14.8 C
New York
venerdì, Aprile 12, 2024

Madre Russia

La stabilità dell’Est Europa è sempre più a rischio: il Presidente russo Vladimir Putin, alla vigilia dell’anniversario dell’invasione ucraina, ha deciso di revocare un decreto risalente al 2012 con il quale la Russia affermava la piena sovranità della Moldavia riguardo le spinte indipendentiste della Transnistria (regione filorussa appartenente alla Moldavia).

Con tale decreto la Russia si impegnava a rispettare il diritto internazionale e la sovranità moldava, improntando la propria politica estera ad una maggiore apertura verso Occidente.
La Transnistria rappresenta un territorio di fondamentale importanza per le ambizioni estere di Putin:confinante con l’Ucraina, vi si trovano numerosi stanziamenti militari russi.

Sale dunque la tensione a livello internazionale con il timore che Putin possa realizzare un colpo di stato molto presto o riconoscere ufficialmente l’indipendenza della regione attualmente appartenente alla Moldavia, annettendola alla Federazione Russa.
Tale atto verrebbe legittimato agli occhi dell’opinione pubblica in virtù della tutela degli interessi nazionali in politica estera alla luce di importanti cambiamenti geopolitici a livello internazionale.  

Rispondi