1.2 C
New York
sabato, Dicembre 10, 2022

L’Unione ???????? tra migranti, muri ed energia senza Frau Merkel

Segnali distensivi arrivano dall’ultimo Consiglio europeo in tema di migranti e rispetto del diritto comunitario. Mario Draghi, Presidente del Consiglio dei ministri italiano, ha rimarcato come nessun muro a difesa dei confini interni dell’Unione verrà finanziato con fondi comunitari.

Le migrazioni non si possono fermare, costruendo muri. La storia insegna e non bisogna mai dimenticare com’era l’Europa dopo il secondo conflitto mondiale, con la Germania divisa in zone d’influenza, un muro che serviva a dividere Berlino Ovest da Berlino Est e la cortina di ferro.

Bisogna prestare particolare attenzione ai flussi migratori provenienti dalla Turchia (causa la forte instabilità presente attualmente in Afghanistan), Bielorussia, Polonia, Paesi Baltici e Mediterraneo (flussi provenienti dal Nordafrica).

Altro punto fondamentale discusso a Bruxelles è la direzione che i Paesi europei vogliono seguire per consolidare la costruzione comunitaria.

I Paesi, aderenti all’Unione, hanno accettato la superiorità del diritto comunitario sul diritto nazionale.

L’euro come valuta può e va potenziato.

L’Unione va cambiata, modificata e non distrutta.

Ultimo punto rilevante, pensare ad un’Unione europea autonoma per quanto riguarda l’approvvigionamento di gas. Scorte strategie ed inventario comunitario per tutelare in modo uguale tutti i Paesi membri.

214 vertici nella storia del Consiglio europeo, la Cancelliera tedesca Angela Merkel ha partecipato a 107. L’Europa senza Angela Merkel è come l’Italia senza il Vaticano. I colleghi del Consiglio salutano per l’ultima volta la Cancelliera alla sua ultima partecipazione al Consiglio europeo da capo del governo tedesco.

Dopo 15 anni e non poche crisi politico-economiche superate, L’Unione perde il suo ” porto di tranquillità “.

Rispondi