12.8 C
New York
sabato, Dicembre 3, 2022

Lavori in corso

Ha avuto luogo nelle scorse presso Villa Madama a Roma un incontro tra il premier italiano Mario Draghi e i rispettivi omologhi spagnolo, portoghese e greco.
I quattro capi di governo hanno fatto il punto sui recenti sviluppi del conflitto bellico in territorio ucraino, discutendo successivamente  dell’impellente bisogno di costruire una difesa militare europea unica che possa fungere da supporto all’Alleanza atlantica.
La seconda parte dell’incontro ha riguardato invece clima e  la definizione di norme che possano portare l’intera Unione europea a giocare un ruolo da protagonista nel mercato del gas.
In tutti e tre gli ambiti è necessario che tutti gli Stati membri procedano in modo unitario per ovviare alle debolezze strutturali ancora oggi esistenti in Unione europea.
Urgente deve essere lo stanziamento di più fondi per la difesa militare europea che possa svolgere un ruolo complementare alla Nato.
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, il premier spagnolo Pedro Sanchez, quello portoghese Costa e l’omologo greco Mitsotakis hanno poi voluto mandare un messaggio alle istituzioni europee con l’auspicio che vengano redatte norme sempre più incisive nel settore dell’energia a livello comunitario per evitare di trovarsi impreparati a futuri shock e/o crisi energetiche inaspettate.
Serve una gestione unica del mercato energetico così da godere di maggiore potere negoziale nei confronti dei fornitori e porre un tetto massimo ai prezzi di importazione del gas.

Rispondi