-1.3 C
New York
mercoledì, Febbraio 21, 2024

La vita è mistero

Perché diciamo spesso che la dipartita di una persona cara o importante sia destinata a lasciare un vuoto nella nostra vita? Mi sono posta questa domanda dopo aver appreso della scomparsa improvvisa del giornalista Andrea Purgatori. In molti hanno affermato che Purgatori lascia un vuoto, tale è stata la sua professionalità e serietà.

Oggi io credo che le persone importanti, affettivamente e non solo, non lascino un vuoto a causa della loro morte. Un vuoto può risucchiarci, può essere abisso, tristezza, assenza di odori e sapori. Io credo che non dovremmo parlare di vuoto, bensì di spazio.

Le persone che ci lasciano ci affidano uno spazio ricco di ricordi, nel quale operare all’ombra dei loro insegnamenti, un luogo in cui specchiarci ( il vuoto non lo consente) per sostare e riprendere il cammino con maggiore consapevolezza di noi stessi e del nostro ruolo, qualunque esso sia.

Mi mancherà la ricerca di Andrea Purgatori! Mi mancherà la sua gentilezza nell’accompagnarmi ad esplorare una realtà sociale, politica ed ecclesiale densa di misteri o di semplici ma evidenti tratti brutali.

Il mistero più grande, caro Andrea, rimane comunque la vita. Tu, adesso, sei immerso in essa.

1 commento

Rispondi