10.9 C
New York
domenica, Novembre 27, 2022

La Corte Costituzionale dichiara illegittimo il criterio di determinazione dell’indennità di licenziamento

La Corte Costituzionale dichiara illegittimo il criterio di determinazione dell’indennità di licenziamento.

Nel sito Dottrina per il Lavoro, diretto dal dott. Eufranio Massi, viene riportata una notizia che certamente farà riflettere e discutere nelle prossime ore:

“La Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 3, comma 1, del Decreto legislativo n.23/2015 sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, nella parte – non modificata dal successivo Decreto legge n.87/2018, cosiddetto “Decreto dignità” – che determina in modo rigido l’indennità spettante al lavoratore ingiustificatamente licenziato. In particolare, la previsione di un’indennità crescente in ragione della sola anzianità di servizio del lavoratore è, secondo la Corte, contraria ai principi di ragionevolezza e di uguaglianza e contrasta con il diritto e la tutela del lavoro sanciti dagli articoli 4 e 35 della Costituzione. Tutte le altre questioni relative ai licenziamenti sono state dichiarate inammissibili o infondate. La sentenza sarà depositata nelle prossime settimane”.

Cosa sanciscono gli articoli 4 e 35 della Costituzione:

Articolo 4: La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale e spirituale della società.

Articolo 35: La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni. Cura la formazione e l’elevazione professionale dei lavoratori. Promuove e favorisce gli accordi e le organizzazioni internazionali intesi ad affermare e regolare i diritti del lavoro. Riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero.

Seguono approfondimenti.

Rispondi

Lo stato di bisogno del lavoratore tra incertezza e imminenza

La ricerca delle premesse smarrite mi ha condotto, in queste ultime settimane, a varcare la soglia di un "luogo" che, per la delicatezza e...

ISTAT: Occupati e disoccupati – Agosto 2022

Il 30 settembre 2022 l’Istat ha pubblicato la nota mensile sull’andamento dell’occupazione in Italia ad Agosto 2022. Ad agosto 2022, rispetto al mese precedente, diminuiscono...

Direzione di vita e lavoro nel post-pandemia

Lo spazio di questo intervento non mi consente di procedere in più approfondite analisi riguardanti questi ultimi anni che possiamo dividere in pre-pandemia e...

Per una politica a sostegno della ripartenza

Ciò che accade oggi alle aziende italiane è davvero incomprensibile. Tutti, o quasi, parlano delle difficoltà che queste hanno dovuto affrontare durante la pandemia....

Chi difende il lavoro?

Per rimanere fedele alla mission del blog, devo anzitutto andare a recuperare una premessa che abbiamo smarrito: il significato della parola lavoro. Per farlo...