4.4 C
New York
mercoledì, Novembre 30, 2022

Il Trattato del Quirinale

Un accordo storico per il nostro Paese è stato siglato nelle ultime ore da parte del premier Draghi e il Presidente della Repubblica francese Macron.
Il Trattato del Quirinale (parallelamente al Trattato dell’Eliseo del 1963 che mirava a rinforzare l’asse franco-tedesco) è composto da un’introduzione seguita da 12 punti che andranno sviluppati e attuati nel tempo dalle rispettive diplomazie:
1) Difesa comune;
2)Transizione digitale e energetica;
3) immigrazione, cultura e giovani;
4) Revisione del Patto di stabilità comunitario;
5)Lo “scambio” dei ministri nei rispettivi vertici di governo nazionali.
Quest’ultimo punto è molto interessante: già praticato da tempo da Germania e Francia, prevede la partecipazione di un ministro italiano ad un Consiglio dei ministri francese almeno una volta ogni 3 mesi. Lo stesso criterio verrà adottato a parti invertite per un ministro francese nel Consiglio dei ministri italiano.
Accordo festeggiato con il volo delle Frecce tricolore nei cieli della Capitale, delinea un cambio di passo per le relazioni trai due Paesi, con lo scopo di velocizzare anche il processo di integrazione europea negli ambiti previsti dal Trattato.

Rispondi