10.9 C
New York
domenica, Novembre 27, 2022

Il cattoleghismo

Il fatto che Papa Francesco non intenda concedere a Salvini una udienza privata, almeno fino a quando la sua politica sui migranti non cambierà rotta, fa emergere un interrogativo non trascurabile. Come dovrebbero comportarsi i sacerdoti nei confronti dei parrocchiani che sposano in toto la mission del capitano e plaudono anche ad iniziative di amministratori pubblici che emarginano i bambini, salvo poi difendere a spada tratta la famiglia? Quale famiglia se i figli degli altri dovrebbero essere anche figli nostri?

Mi piacerebbe sapere se i sacerdoti si pongono tale interrogativo. E se è possibile per me soddisfare tale curiosità, ecco che ne sorge un’altra: i seguaci di Salvini, che sanno che il Papa non concede udienza privata per la sua politica, come avvertono sulla loro pelle questa rinuncia, essendo consapevoli di alimentare determinate scelte e azioni con il loro consenso?

Eppure parliamo di cristiani. Eppure andiamo in giro con il Vangelo in mano.

Illuminanti sull’argomento, a mio avviso, le parole di Mons. Luigi Bettazzi (vescovo emerito di Ivrea, già presidente di Pax Christi), pronunciate nel lontano 2010: “Nel rapporto con le altre religioni, come non pensare all’invito fatto autorevolmente dal Concilio Vaticano II al dialogo interreligioso, anche come incoraggiamento alle altre religioni o confessioni a lasciare ostilità suggerite dalla storia? Credo che dovremmo essere più attenti alla verità reale del messaggio cristiano, per non finire in un “cattoleghismo” che, come il “cattofascismo”, proprio per la chiusura e quindi l’egoismo delle motivazioni di fondo, si mostra ben più lontano dal cristianesimo del cattocomunismo. Perché questo almeno partiva, come Gesù, dall’attenzione al prossimo, mentre gli altri due “catto” partono dalla chiusura su di sé. O, se vogliamo rivendicare il nostro cattolicesimo, non dovremmo tutti rifarci più chiaramente al Vangelo, rispettandoci vicendevolmente nella carità, che ci fa crescere tutti e ci rende, solo quella, veri discepoli di Gesù, veri cattolici?”

 

Rispondi