12.9 C
New York
martedì, Dicembre 6, 2022

Disordini in Tunisia e nuova vita per il centrodestra italiano

Instabilità politica, crisi economica, fratture sociali e ingerenze straniere: sono queste le principali cause che hanno portato alla crisi tunisina di cui abbiamo avuto notizia in questi giorni.
Il malcontento sociale è aumentato e le istituzioni non si sono dimostrate all’altezza di fronteggiare la situazione: il Presidente della Repubblica tunisina Saied ha sospeso le attività del Parlamento per 30 giorni e si è attribuito il potere esecutivo. Golpe? Colpo di stato?
Per ristabilire ordine occorre che il Presidente nomini presto, rispettando la costituzione, un nuovo primo ministro.
Dopodiché serve intraprendere la strada delle riforme per aiutare a fare crescere la giovane democrazia tunisina.

Alla festa del Carroccio tenuta a Milano Marittima è intervenuto Silvio Berlusconi.
Con la Lega, ha detto il Cavaliere, governiamo da trent’anni e abbiamo contributo a rendere l’Italia più moderna.
Nel 2023 il centrodestra avrà un partito unico, nel quale la Lega sarà la componente più dinamica.
Inoltre, Berlusconi si è detto favorevole al vaccino obbligatorio per personale scolastico e medico.

Rispondi