povertà Tag

Posted On giugno 14, 2017By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Lavoro minorile

Lavoro minorile: se questo sarà un uomo

Primo Levi, nell’opera “Se questo è un uomo”, lucida testimonianza dell’ esperienza da lui vissuta nel campo di sterminio nazista di Auschwitz, scrisse: “Considerate se questo è un uomo. Che lavora nel fango, che non conosce pace, che lotta per mezzo pane, che muore per un sì o per un no”.  Senza nulla togliere alla tragicità del periodo storico in cui visse Primo Levi e sollecitati dalle numerose immagini che continuano a parlarci di infanzia negata e rubata, che ci fanno ripiombare in un inferno di angoscia e di paura, oggi, nellaRead More

Posted On marzo 25, 2017By Cinzia - The EnquirerIn Società

L’inclusione sociale come antidoto al rigurgito mafioso

“L’inclusione sociale come antidoto al rigurgito mafioso”, oggetto del contributo del prof. Flavio Felice per il Centro Studi e Ricerche Tocqueville Acton (2014), è un tema sempre cruciale, attuale, ineludibile se vogliamo davvero cambiare rotta, contrastare ignoranza, corruzione e criminalità, e non semplicemente coniare ulteriori slogan. Ecco perchè The Job Enquirer ripropone il testo della riflessione. Il prof. Flavio Felice, Chairman del Centro Tocqueville Acton (Mission), è professore ordinario di “Storia delle Dottrine Politiche” presso l’Università del Molise; presso la Pontificia Università Lateranense è Direttore dell’Area Internazionale di Ricerca “CaritasRead More

Posted On febbraio 26, 2017By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Politica, Sindacato, Società

I delibatori del disagio occupazionale

Il verbo delibare può essere utilizzato per indicare sia la degustazione di cose squisite sia, in senso figurato, l’esame superficiale di una questione o di un argomento. I delibatori del disagio occupazionale, pertanto, sono i perfetti attori della prima e della seconda scena. Perchè mai? Il disagio occupazionale è forse una “cosa squisita”? E’ forse un argomento che merita di essere trattato con superficialità? Se facciamo riferimento a ciò che il disagio occupazionale rappresenta nel nostro Paese, non possiamo non convenire che esso sia certamente un male, un grande problemaRead More

Posted On gennaio 7, 2017By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Società, Sviluppo

Quale stella guida le scelte nel mondo del lavoro?

Se l’Epifania tutte le feste porta via, è pur vero che qualche domanda rimane a farci compagnia. Battuta a parte, appena ieri abbiamo ricordato il viaggio dei Re Magi guidati dalla stella per giungere alla loro meta e, proprio il pensiero del ruolo esercitato da questo corpo celeste nell’intera vicenda, rappresenta un richiamo propizio per domandarsi: quale stella guida, oggi, le scelte dei diversi attori che operano nel mondo del lavoro? La stella della crescita, del profitto, dell’industria 4.0, dell’occupazione, dello sviluppo, del bene comune, della lotta alla povertà? Nell’eraRead More

Posted On dicembre 21, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Politica

Poletti, i voucher e quella insostenibile povertà del potere

Bisogna proprio ammettere che la misura è colma e che il 2016 non è destinato a concludersi con delle buone notizie, con dei segnali di conversione da parte della maggioranza dei politici italiani o, più precisamente, da coloro che ricoprono incarichi rilevanti, come il ministro del Lavoro Poletti, per l’appunto. Le sue ultime dichiarazioni, riservate ai giovani italiani emigrati all’estero per ragioni di natura occupazionale, seppur seguite da scuse impacciate, lasciano l’amaro in bocca, oltre che un senso di indignazione tra gli italiani tutti. Conversione da cosa? Dall’arroganza? Dalla superficialità?Read More

Posted On dicembre 11, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Politica, Società

Gentiloni, il “reflusso” del voto e la nuda povertà

Al di là delle decisioni di queste ore, che riguardano la composizione del prossimo Governo di transizione o di responsabilità, destinato a passare alla storia con il nome di secondo “patto Gentiloni”, continuano a succedersi le analisi sul flusso del voto degli italiani e sul risultato del referendum del 4 dicembre scorso. Renzi ha perso? Ha vinto con il 40{cbd9c1faeba5711866380b8c9dfc181d05577eef0adb5294792d39edd3158544}? I cittadini italiani hanno votato contro la politica messa in campo dal suo Governo? Cosa riporta davvero in superficie il voto del 4 dicembre? Se solo riuscissimo a spostare l’attenzioneRead More

Posted On dicembre 7, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Società, Usura

Povertà: Italia rentier e usura

Il rapporto Istat su “Condizioni di vita e reddito” non dà scampo. Il flagello della povertà aleggia pesantemente sulle nostre teste e con esso quello dell’esclusione sociale. La condizione del Mezzogiorno peggiora, tanto che “nel 2015 la stima delle persone coinvolte sale al 46,4{cbd9c1faeba5711866380b8c9dfc181d05577eef0adb5294792d39edd3158544}, dal 45,6{cbd9c1faeba5711866380b8c9dfc181d05577eef0adb5294792d39edd3158544} dell’anno precedente”. La povertà è in aumento anche al Centro, anche se con un impatto inferiore, mentre al Nord diminuisce timidamente. Perchè tanta povertà? Il 50° Rapporto del Censis sulla situazione sociale del Paese, presentato qualche giorno fa nella sede del CNEL, fornisce unRead More

Posted On luglio 27, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro

Ddl povertà: un rimedio per i “nuovi apolidi”?

Secondo quanto sancito dalla Convenzione di New York del 28 settembre 1954, con il termine apolide si indica: “(…) una persona che nessuno Stato considera come suo cittadino per l’applicazione della sua legislazione”. Un soggetto invisibile senza diritto alla cittadinanza (riconosciuto all’articolo 15 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo) e privato di tutti gli altri diritti ad esso collegati.  L’apolide è costretto, pertanto, a vivere ai margini del mondo. Proprio l’espressione “ai margini del mondo” autorizza ad affrontare, oggi, nell’era della “globalizzazione dell’indifferenza”, una riflessione sui “nuovi apolidi”, o meglio,Read More