diritto Tag

Termini come Costituzione, diritto al lavoro, doveri, iniziativa economica privata sono ogni giorno, o quasi, al centro  del dibattito pubblico. E poichè proprio il dibattito pubblico ha bisogno, oggi più che mai, di essere liberato dai luoghi comuni e dal qualunquismo, proviamo a fare chiarezza intorno al significato di questi termini con l’ausilio prezioso del *Prof. Leonardo Bianchi, docente universitario di Diritto costituzionale, Università degli Studi di Firenze. Prof. Bianchi, il primo articolo della nostra Costituzione recita che “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”. Possiamo provare a ridefinireRead More

Posted On marzo 7, 2017By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro, Società

Buste paga: qualcosa di nuovo, anzi di antico, nel ddl Di Salvo

Appare a tratti surreale ritrovarsi a riflettere e a scrivere su argomenti che rimandano all’esistenza di contratti di lavoro degni di questo nome, di buste paga, mentre il dibattito pubblico è pressocchè assorbito dalla questione annosa “voucher sì, voucher no”. E’ quasi come uscire da un tunnel, con la certezza che i contratti di lavoro, a tempo determinato o indeterminato, come anche l’impegno a favore di una giusta retribuzione, nel rispetto dei diritti costituzionali, continuano a rappresentare, seppur timidamente, i punti cruciali dai quali non è possibile prescindere quando siRead More

Posted On novembre 11, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Impresa, Lavoro, Sicurezza sul lavoro, Società

ll vento del regresso

Le ultime elezioni presidenziali americane hanno messo in evidenza come la stampa, in generale, non riesca più a leggere i “segni dei tempi”, per farsene interprete e raccontarli con una buona percentuale di fedeltà. Il riferimento non è solo al contesto degli States. Comunque sia, le ragioni della scarsa capacità della stampa di “stare sul pezzo”, per usare non a caso un’espressione giornalistica, di intercettare le trasformazioni, possono essere tante, certamente legate ad una buona dose di sua sudditanza nei confronti del potere politico, economico e finanziario. Una sudditanza cheRead More
Perchè ciò che deve essere riconosciuto in quanto diritto, accettiamo che ci venga elargito come dono o concessione, e ciò che è un dono, perché davvero gratuito, lo pretendiamo come se fosse un diritto? Nelle relazioni amicali, ad esempio, tendiamo a misurare sia quanto doniamo sia quanto riceviamo. Quanti malumori derivano dal constatare che, in molti casi, ciò che diamo non è sempre riconosciuto o ricambiato con lo stesso slancio! Nelle relazioni lavorative, invece, quello che dovremmo richiedere con energia, in quanto diritto riconosciuto e tutelato dalla nostra Costituzione, spessoRead More

Posted On settembre 1, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro

Cosa nasconde l’universo degli inattivi?

Gli ennesimi ed altalenanti dati Istat sull’occupazione nel nostro Paese evidenziano come i rimedi messi in campo per ritornare a crescere siano stati, finora, dei falsi rimedi e come “dalle nostre parti” continui a regnare indisturbato un certo immobilismo, frutto dei falsi rimedi appena menzionati e padre della categoria degli “inattivi”, persone che hanno smesso di cercare un lavoro per diversi motivi, tra cui la sfiducia. Proviamo ad analizzare oggi proprio il dato della sfiducia, anche perchè, nel tempo, molte parole sono state spese sul lassismo e poche, invece, sulleRead More

Posted On luglio 27, 2016By Cinzia - The EnquirerIn Lavoro

Ddl povertà: un rimedio per i “nuovi apolidi”?

Secondo quanto sancito dalla Convenzione di New York del 28 settembre 1954, con il termine apolide si indica: “(…) una persona che nessuno Stato considera come suo cittadino per l’applicazione della sua legislazione”. Un soggetto invisibile senza diritto alla cittadinanza (riconosciuto all’articolo 15 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo) e privato di tutti gli altri diritti ad esso collegati.  L’apolide è costretto, pertanto, a vivere ai margini del mondo. Proprio l’espressione “ai margini del mondo” autorizza ad affrontare, oggi, nell’era della “globalizzazione dell’indifferenza”, una riflessione sui “nuovi apolidi”, o meglio,Read More