Posted On Novembre 18, 2020 By In Un #pensiero alle 20.00 With 76 Views

Der Kommissar

Boccia: commissario Calabria è per disavanzo, Covid non c’entra.
Dibattito schizofrenico che non ha senso (Askanews).

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco
Boccia è fermo sul punto: “Quelli riferiti all’emergenza Covid sono
tutti aspetti che non c’entrano nulla con la gestione amministrativa del ripiano del disavanzo sanitario”.

Qualcosa non torna.

Se quanto affermato dal Ministro Boccia corrisponde alla verità, o almeno a quanto previsto dalla legge, come mai il Commissario Cotticelli ha dovuto chiedere le dimissioni per aver dichiarato di non sapere che doveva essere lui a predisporre il piano anti Covid?

E poi, alla luce delle dichiarazioni di Boccia, emerge una ulteriore domanda: quale parte del piano doveva essere realizzata dall’ex Commissario Cotticelli? Quella che Cotticelli ha ricordato, qualche giorno dopo l’intervista, di aver predisposto a giugno? Perchè è stato caricato sulle sue spalle tutto il non fatto, se il Commissario deve occuparsi soltanto del ripiano del disavanzo sanitario?

Su questo punto occorre fare chiarezza, soprattutto per risolvere una volta per tutte una situazione davvero indefinibile, vista la gravità. Il nuovo Commissario ad Acta dovrà e vorrà certamente sapere quali saranno le sue competenze.

In questo Paese troppo spesso diciamo che “gli altri non sanno fare il loro lavoro”. Probabilmente tanti non sanno neppure quale sia.

Tags : ,

Avatar

La mia quasi ventennale esperienza lavorativa riguarda l'ambito amministrativo-commerciale, ma da sempre coltivo l'amore per la scrittura. Nel 2014 ho pubblicato un volume sul tema del lavoro "Alziamo il tiro. Un corpo a corpo con la Rerum Novarum, tra i falsi rimedi di ieri e di oggi". Amo la conoscenza e cerco di combattere l'ignoranza: la mia e quella degli altri.

Rispondi